IsGas

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Home > Il Prodotto > Risparmio

RisparmioL’utilizzo del gas fornito attraverso canalizzazione offre molteplici vantaggi:

  • Si paga solo quello che effettivamente si consuma;
  • Si paga solo dopo averlo consumato;
  • Si può verificare in qualsiasi momento quanto gas si è consumato in un dato periodo;
  • Non finisce mai;
  • E’ più sicuro in quanto non vi sono recipienti sotto pressione (bombole o serbatoi) nell’a ppartamento o nelle immediata vicinanze (cortile/giardino o terrazza);
  • Ha un prezzo che è sottoposto a controllo ed approvazione dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas;
  • Si può produrre acqua calda sanitaria e acqua per il riscaldamento della casa con un unico apparecchio risparmiando sull’energia elettrica;

Alcuni consigli per consumare meno e avere vantaggi dall’i nstallazione di un impianto autonomo di riscaldamento:

  • Installate un modello particolare di caldaia per il riscaldamento autonomo, detta di tipo combinato, che produce anche acqua calda per i servizi igienici. In tal modo ridurrete l'ingombro, i costi di gestione e di manutenzione. Un tale sistema garantisce libertà, praticità ed economia gestionale. Avrete sempre tutta l'acqua calda che vorrete, istantaneamente, consumando solo il combustibile strettamente necessario per scaldarla.
  • Regolate, con un cronotermostato, i tempi di accensione dell'impianto nei periodi di effettiva presenza in casa; potete anche regolare il valore della temperatura in relazione al periodo del giorno (p.e. la notte si può spegnere o abbassare il riscaldamento). Si possono installare valvole termostatiche su ogni radiatore per differenziare la temperatura nelle diverse stanze della casa (per esempio meno in cucina e nelle stanze più soleggiate). L'installazione di un cronotermostato (orologio programmatore di temperatura) è obbligatoria nei nuovi impianti. Le temperature fissate dalla normativa per il risparmio energetico sono di 20 °C (in media), durante il dì, e di 18 °C (in media), durante la notte; la tolleranza è di +2 °C.
  • Lasciate i radiatori liberi da tende, da mensole, da oggetti e rivestimenti per consentire la circolazione dell'aria calda. La manutenzione dell'impianto non solo è obbligatoria ma è anche consigliabile poiché garantisce un maggior risparmio nei consumi e una maggior durata dell'impianto stesso. Per sicurezza fate controllare, da un tecnico qualificato, anche scaldabagni, stufe e radiatori. La manutenzione annuale dell'impianto di riscaldamento autonomo è obbligatoria (DPR 412/93) come è obbligatoria una verifica del rendimento di combustione ogni 2 anni e devono essere effettuati da un'impresa abilitata. Tutto questo, ricordate, garantisce non solo sicurezza ma anche il massimo comfort e risparmio. Gli impianti per i quali la legge lo prevede devono essere provvisti di un "libretto d'impianto" o "libretto di centrale" nel quale saranno annotati tutti gli interventi di manutenzione e che dovrà essere esibito in caso di controlli degli enti preposti. E' importante verificare tutti i canali di scarico in atmosfera dell'impianto.

Il risparmio nella cottura

Pulire regolarmente e accuratamente i fornelli e specialmente i fori del frangifiamma; potete usare uno spazzolino metallico. La fiamma del gas deve essere ben regolata, stabile, azzurra e silenziosa. Se il fondo delle pentole si annerisce, la fiamma è tremolante, gialla, lunga e rumorosa allora dovete rivolgervi ad un tecnico qualificato poiché è necessario regolare i bruciatori della vostra cucina. Una fiamma che va oltre i bordi della pentola rappresenta uno spreco di energia, non regolate al massimo i fornelli pensando di fare prima. Anche un'operazione così semplice come coprire le pentole ci permette di risparmiare sulla bolletta del gas.